Pretendeva di partire senza biglietto: si rifiuta di scendere dal treno e dà in escandescenze

I controlli della Polizia Ferroviaria alla Stazione Centrale di Napoli

Polizia Ferroviaria (immagini di repertorio)

Alla Stazione Centrale di Napoli due pregiudicati napoletani sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria dagli agenti del Compartimento della Polizia Ferroviaria di Napoli.

Il primo per interruzione di pubblico servizio perché, pretendendo di partire senza titolo di viaggio, si è rifiutato di scendere dal treno e ha dato in escandescenze, ritardando di circa mezz’ora la partenza di un regionale.

Il secondo, invece, è stato denunciato per minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale perché, nel corso di un controllo, ha inveito contro i poliziotti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Tragedia della strada in via Arenaccia, c'è una vittima

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento