menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santobono

Santobono

Bimba morta al Santobono, l'ospedale: "Siamo con la coscienza a posto"

Emilio Cianciulli, primario di Neuroradiologia: "Non c'è rischio psicosi. Il rapporto tra il personale medico e i genitori dei bambini resta ottimale anche in questa situazione di allerta sociale"

Non c'è un rischio psicosi all'ospedale pediatrico Santobono dopo la morte della bimba di 8 mesi dimessa 24 ore prima dal nosocomio.

"Il rapporto tra il personale medico e i genitori dei bambini resta ottimale anche in questa situazione di allerta sociale", fa sapere Emilio Cianciulli, primario di Neuroradiologia dell'ospedale e referente dell'Anpo per il Santobono.

Sul caso di Rosa, morta venerdì 13 febbraio: "Siamo con la coscienza a posto, abbiamo protocolli di ammissione e dimissione condivisi a livello nazionale con l'Associazione dell'ospedalità pediatrica nazionale. Sono stati tutti rispettati come sempre, per cui l'evento tragico va verificato singolarmente per capirne le cause".

In merito alla situazione dell'ospedale, Cianciulli sottolinea il "carico di emergenza assolutamente spropositato rispetto alla realtà sanitaria regione, con il doppio di accessi rispetto a qualunque ospedale pediatrico italiano. Non c'è filtro sul territorio e questo si riflette sia sull'accesso sia sulla dimissione, perché il bambino dimesso spesso non è completamente guarito, ma in via di guarigione e dovrebbe essere seguito dal pediatra di base. Questo purtroppo nella regione Campania viene un po' a mancare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento