Cronaca

Bianca D'Angelo: "Femminicidio piaga sociale, occorre impegno dalle istituzioni"

Il consigliere regionale del Pdl propone braccialetto elettronico ed intercettazioni telefoniche. Ed attacca il presidente della Camera Boldrini: "Da lei dichiarazioni sconclusionate"

"Anche oggi una donna è morta ammazzata, e non passa giorno senza che si sentano e si leggano nuovi, efferati, casi di femminicidio in Italia". Bianca D'Angelo, consigliere regionale del Pdl in prima linea contro la violenza sulle donne, ha spiegato: "Continuiamo ad assistere a quella che è una piaga sociale enorme e l'impegno delle Istituzioni pubbliche a tutti i livelli deve continuare senza sosta".

"Braccialetto elettronico e uso delle intercettazioni telefoniche sono alcune delle nuove proposte, ma più in generale credo serva un cambio di passo prima culturale e sociale ancorché legislativo - continua D'Angelo - che pure è necessario. Oggi, infatti, nella società italiana, i ruoli sono messi in forte discussione e spesso è la forza bruta a prevalere sull'incapacità di dialogare e di confrontarsi".

"La Campania sul tema della violenza sulle donne è una realtà all'avanguardia - prosegue l'esponente Pdl - grazie ad una legge moderna e concreta varata in consiglio un anno fa. Ricordo che la legge è oggi in piena fase attuativa e potrà dare nel proprio ambito risposte concrete sui territori, così da aiutare le donne che ne hanno necessità".

"Inoltre, non posso non sottolineare - conclude Bianca D'Angelo - che su questo tema alla presidenza della Camera la Boldrini con dichiarazioni quasi giornaliere, sconclusionate e senza senso, non pare in grado di rappresentare nessuna donna. Occorre piuttosto intervenire con leggi moderne e utili, senza frasi insensate che alimentano solo confusione sui ruoli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bianca D'Angelo: "Femminicidio piaga sociale, occorre impegno dalle istituzioni"

NapoliToday è in caricamento