menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un distributore di benzina © Tm NewsInfophoto

Un distributore di benzina © Tm NewsInfophoto

Caro benzina, è record al Vomero e Fuorigrotta

Aumenta sempre più l'amarezza degli automobilisti. "Tra poco invece di chiederci i soldi per mettere il pieno ci inviteranno a consegnare direttamente le chiavi della macchina"

I prezzi della benzina continuano ad aumentare incessantemente. Tant'è che in alcune zone della città un litro arriva a sfiorare addirittura i due euro. Gli unici che resistono sotto l'1,8 - come racconta Valerio Esca sulle pagine del Mattino -  sono i distributori indipendenti, ovvero i benzinai «no logo».

Il Myoil in via Gianturco angolo con via Carlo di Tocco, mantiene a 1,710, come i due benzinai indipendenti; quello di via Galileo Ferraris che non supera l'1,715 al litro e l'altro in via Argine che si attesta addirittura all'1,652. In via Marina i prezzi variano da distributore a distributore; la IP si tiene sotto l'1,8 con il suo 1,789, mentre poco più avanti ci sono la Erg a 1,866 e due Tamoil, una che arriva a 1,844 euro al litro l'altra invece a 1,857. Al centro la IP di via Santa Teresa degli Scalzi tocca quota 1,855. Prezzi salati anche per la Esso di piazza Gian Battista Vico, dove un litro di benzina verde costa 1,869 euro.

Fuorigrotta e Vomero si confermano le più care. La Q8 di via Simone Martini arriva a 1,889 euro al litro per la verde, mentre la Eni di piazzale Tecchio, nei pressi dello stadio San Paolo, per un litro di benzina speciale chiede addirittura 1 euro e 998 centesimi.

Ii parametri secondo i quali vengono scelti i prezzi giorno per giorno? Li ha spiegati un benzinaio. "Ognuno di noi dovrebbe chiamare ogni giorno il numero verde, dare il proprio codice (perché ogni distributore ha un codice differente) e inserire il prezzo che ci viene segnalato dalle nostre case madri. Noi ovviamente abbiamo le chiavi per poter cambiare di volta in volta i prezzi che ci vengono assegnati. Molto spesso però, alcuni miei colleghi, fanno come gli pare, per questo troviamo tante diversità di prezzi anche se si tratta di benzinai appartenenti alle stesse case e soprattutto nelle stesse zone".

E l'amarezza degli automobilisti è tanta. "Tra poco invece di chiederci i soldi per mettere il pieno ci inviteranno a consegnare direttamente le chiavi della macchina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento