Bruciato l'ingresso di un basso dove vive una famiglia nigeriana. La denuncia: "E' razzismo"

Notte di terrore per una famiglia in vico Miraglia. "Ennesima prova del fatto che il razzismo è sempre più criminale"

Una notte di terrore. Questa è quella che ha vissuto una famiglia nigeriana, madre, fratelli e 4 figli tra i 2 e i 16 anni che vive in Vico Miraglia a Napoli, nella zona dell'Arenaccia

Un motorino in fiamme, risultato rubato qualche giorno prima, trascinato all'ingresso del basso dove vivono. Poi l'esplosione e la fuga di ragazzini in sella a scooter. Questa la ricostruzione dei fatti, secondo Repubblica Napoli, sui quali indagano i Carabinieri

"Noi non abbiamo avuto nessuna lite - spiega la donna, venditrice ambulante - . Io so solamente che quei ragazzi ci guardano storto e ci disprezzano spesso. Forse hanno capito che ho detto ai miei figli di stare lontano da loro. Mio figlio ha un nome italiano, perché è nato qui. Lui studia e va alle scuole superiori, ma è considerato una nullità da questi piccoli banditi che ci volevano bruciare o solo fare spaventare a morte".

"Questa è un’ennesima prova che il razzismo è sempre più criminale - spiega a "Repubblica" Gianluca Petruzzo, portavoce storico dell'Associazione 3 Febbraio - . Per questo, c’è bisogno di essere uniti e solidali, perché è in gioco oggi l’umanità di tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento