menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Abete all'esterno del Cardarelli

Luca Abete all'esterno del Cardarelli

Questione barelle al Cardarelli, il nuovo servizio di Luca Abete

Le telecamere di Striscia la Notizia sono tornate nel nosocomio partenopeo: "Quando si riuscirà a guarire il 'grande malato' si domanda Abete

Nuovo servizio di Striscia la Notizia sulla questione barelle all'ospedale Cardarelli di Napoli. Le telecamere del tg satirico di Canale 5 sono entrate all'interno del nosocomio partenopeo per filmare la situazione.

All'interno dei corridoi dei reparti le barelle sembrano vistosamente diminuite, ma basta spostarsi al Pronto Soccorso per scoprire che sono state semplicemente spostate all'interno dell'OBI, la zona di Osservazione Breve Intensiva. In essa di regola i pazienti non potrebbero sostare più di 24 ore, ma le testimonianze raccolte dall'inviato Luca Abete raccontano di vere e proprie degenze, anche di 5 giorni su barelle scomodissime, utilizzando cappotti come coperte e rotoli di carta assorbente come cuscini.

"Guardate queste imamgini - scrive Luca Abete sulla propria pagina Facebook - e ditemi se non è assurdo che tanti ammalati (soprattuttto anziani) subiscano umiliazioni di questo tipo. Tante promesse, mille proclami, ma la verità è quella che purtroppo siamo costretti a raccontarvi da anni a Striscia: nel glorioso Ospedale Cardarelli di Napoli scene scioccanti e preoccupanti. Quando si riuscirà a guarire il 'grande malato'?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento