Cronaca

Carabinieri e polizia nel sottosuolo: caccia alla "banda del buco"

Controlli straordinari nelle fogne per prevenire rapine da parte di malviventi. I sommozzatori impegnati con cadenza settimanale per impedire rapine a banche ed uffici postali

Tombino

Guerra alla banda del buco. Da questa mattina sono iniziati i controlli straordinari nelle fogne di Napoli di carabinieri e polizia per prevenire rapine da parte di malviventi che agiscono muovendosi nel sottosuolo.

I carabinieri stanno ispezionando il sottosuolo nella zona di Chiaia: impiegati i carabinieri subacquei che operano assieme a carabinieri territoriali che li supportano dall'esterno.

La polizia ha dato il via a un nuovo piano dell'ufficio Prevenzione generale della Questura con i sommozzatori che ispezioneranno, con cadenza settimanale, il sottosuolo di Napoli per prevenire eventuali scavi da parte della banda del buco e impedire rapine a banche ed uffici postali.


L'operazione  rientra nel più ampio progetto di prevenzione denominato Aracne e nel caso specifico prevede ispezioni casuali e a sorpresa in vari punti della città. L'iniziativa di oggi è uno dei primi progetti messi in atto dal responsabile dell'ufficio Prevenzione generale della Questura, Michele Spina. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri e polizia nel sottosuolo: caccia alla "banda del buco"

NapoliToday è in caricamento