rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Cardito

Bimbo ucciso a Cardito: ergastolo per Toni Essobti Badre

La madre Valentina Casa è stata condannata a sei anni di carcere

Toni Essobti Badre è stato condannato all'ergastolo per l'uccisione del piccolo Giuseppe avvenuta a Cardito il 27 gennaio 2019. La terza sezione della Corte d'Assise di Napoli ha ritenuto colpevole di tutti i reati a lui contestati l'uomo che dovrà rimanere in isolamento diurno per un anno. Condannata a sei anni invece la ex compagna e madre del piccolo, Valentina Casa. Lei è stata riconosciuta colpevole solo del reato di maltrattamenti. Assolta, invece, per tutti gli altri reati. Per la procura di Napoli nord, rappresentata dai pm Paola Izzo e Fabio Sozio, anche lei doveva essere condannata al massimo della pena ma la corte, presieduta da Lucia La Posta, ha deciso di assolverla per tutti gli altri reati. La sentenza è arrivata dopo cinque ore di camera di consiglio.

Le accuse 

Su Essobti Badre, patrigno del piccolo, pesavano accuse gravissime come omicidio volontario aggravato e tentato omicidio aggravato. Oltre ad aver ucciso il piccolo a bastonate era accusato di aver provato a uccidere anche la sorella della piccola vittima. Badre era accusato anche di maltrattamenti in famiglia aggravati dalla crudeltà e dai futili motivi, dalla minorata difesa e dall'abuso delle relazioni domestiche. Schiacciante l'istruttoria dibattimentale nel corso della quale l'uomo ha anche ammesso le sue colpe. Presente alla lettura del dispositivo anche il padre del piccolo Giuseppe costituitosi parte offesa nel processo assistito dall'avvocato Gennaro Demetrio Papais.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo ucciso a Cardito: ergastolo per Toni Essobti Badre

NapoliToday è in caricamento