Tragedia di Cardito, il primario del Santobono: "Pensavo di aver visto tutto in 30 anni di carriera"

Gli aggiornamenti sulle condizioni della bambina di 8 anni

"Pensavo di aver visto tutto in 30 anni di carriera, ma quello che ho visto ieri è davvero raccapricciante". Queste le parole ai microfoni della trasmissione Rai "Chi l'ha visto?" del dott. Vincenzo Tipo, il primario del Pronto Soccorso dell'ospedale Santobono di Napoli, dove ieri sono giunti il bambino di 7 anni morto a Cardito e la sorellina di 8, rimasta gravemente ferita.

La piccola è ancora ricoverata presso il nosocomio pediartico partenopeo e le sue condizioni sono stabili. La stanza della bambina è piantonata dalle forze dell'ordine.

La sorellina del bambino morto, infatti, sarà ascoltata in maniera protetta, essendo la principale testimone di quanto accaduto ieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento