rotate-mobile
Cronaca Marigliano

Viky rischia di soffocare a scuola, la madre a chi l'ha salvata: "Per me siete angeli"

La madre della piccola ha scritto una commovente lettera

Il 9 maggio scorso l’intervento dei carabinieri di Castello di Cisterna in una scuola di Marigliano fu determinante nel salvataggio di una bambina di 4 anni, in preda ad una crisi epilettica. E ieri, dopo una settimana da quel momento terribile ma dal lieto fine, i carabinieri hanno voluto riabbracciare la piccola Viky, donandole ancora un sorriso e un orsetto di peluche con un berretto personalizzato.

La madre della bimba, commossa per la vicinanza dell’Arma, ha voluto ringraziare i militari con una lettera. “Loro gli angeli custodi in terra, eccoli i volti... Si tratta di persone splendide, degne di ammirazione, che stimerò sempre. Negli occhi dei Carabinieri si leggeva lo spavento, la preoccupazione, le lacrime, non era difficile comprendere l’affetto quasi genitoriale che provavano per mia figlia; non è possibile dimenticare quegli sguardi, e io mai li dimenticherò.

D’altronde, da parte mia non è possibile non stimare fortemente chi fa tanto per tua figlia. Per questo, mi sento in dovere di ringraziare l’intera Arma dei carabinieri, e soprattutto il nucleo di Castello di Cisterna... il generale Scandone, il colonnello De Tullio, il maggiore Barrel, il maresciallo Maione, il capitano Bianchin e i tanti Carabinieri presenti stasera alla festa per Viky; ormai divenuta mascotte di Castello di Cisterna.

In particolare ringrazio i Carabinieri, Raffaele, Clemente e Francesco che quel giorno hanno raggiunto la scuola con estrema rapidità, quasi volando. Per me si è trattato di tre angeli che sono stati vicini alla mia bambina come se fosse figlia loro, nella crisi epilettica la mia piccola (che da 1 ora aveva finito di mangiare), si stava soffocando con il suo stesso vomito e la manovra fatta dal carabiniere le ha salvato la vita. Magari l’8 maggio 2024 il Comune, coinvolgendo l’Arma dei Carabinieri di Castello di Cisterna, potrebbe istituire un evento a nome di Viky, per trasformare un caso traumatico in una ricorrenza civile significativa e utile.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viky rischia di soffocare a scuola, la madre a chi l'ha salvata: "Per me siete angeli"

NapoliToday è in caricamento