Agente libero da servizio intercetta baby-gang ai Colli Aminei: 4 arresti

L'intuizione di un agente della Polizia di Stato, in servizio alla sezione "Volanti" dell'U.P.G., è stata determinante ad arrestare una baby-gang composta da 4 giovani

L’intuizione di un agente della Polizia di Stato, in servizio alla sezione "Volanti" dell’U.P.G., è stata determinante ad arrestare una baby-gang composta da 4 giovani.

Il poliziotto, infatti, nella notte, nel transitare con la sua auto in Viale Colli Aminei, ha notato 3 scooter di cui due, a turno, spingevano con un calcio il motociclo Honda Sh di colore bordeaux. L’agente, dopo aver invertito il senso di marcia, ha seguito i giovani comunicando alla Sala Operativa della Questura i suoi sospetti e fornendo i numeri di targa degli scooter.

I giovani, con la cosiddetta 'tecnica del calcio', sono riusciti a raggiungere Salita Moiariello dove si sono visti sbarrare la strada da una volante dell’UPG e da due Volanti dei Commissariati di Polizia "Dante" e "Decumani", sopraggiunte grazie alle precise indicazioni fornite dal collega.

Al controllo della Polizia, non sapendo di esser stati seguiti dal poliziotto libero dal servizio, inutile è stato il tentativo dei giovani, tutti di età compresa tra i 18 ed i 20 anni, di fuorviare il controllo riferendo che stavano andando in una paninoteca.

Gli agenti hanno accertato che lo scooter Honda Sh, spinto dai giovani, presentava evidenti segni di effrazione e che era stato rubato, poco prima, proprio in Viale Colli Aminei, luogo in cui il poliziotto li aveva intercettati. I poliziotti, infatti, hanno contattato l’ignaro proprietario che, dopo essersi affacciato alla finestra, si è reso conto del furto subito.  

Nell’ambito del controllo, due giovani sono stati trovati in possesso di due coltelli, nonché di una tronchesina ed un tondino, quest’ultimo utilizzato per forzare il nottolino dello scooter rubato, motivo per il quale sono stati denunciati, in stato di libertà, per possesso di coltelli a serramanico della lunghezza di 17 e 12 cm.

I 4 giovani, tutti del Rione Sanità, sono stati arrestati e, processati con rito per direttissima, stamane, sono stati condannati a 14 mesi di reclusione con il beneficio della sospensione della pena, oltre al pagamento di € 800 di multa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento