Baby gang, De Luca: "Bisogna punire dal punto di vista patrimoniale i genitori"

Il presidente della Regione chiede più repressione e responsabilizzazione dei genitori con punizioni pecuniarie

Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca propone la sua ricetta per intervenire contro le baby-gang al centro del dibattito a Napoli. Il governatore ha avanzato due proposte: abbassare la soglia di punibilità ed inasprire le pene colpendo con multe anche i genitori. «Sono per avere decisioni ferme, sono per verificare la possibilità di abbassare la soglia di punibilità sotto i 16 anni. Sono per la responsabilizzazione piena, anche da un punto di vista patrimoniale, dei genitori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le parole del governatore a margine della conferenza stampa organizzata per la questione trasporti in Campania. «C'è un tema che si chiama repressione che diventa indispensabile quando si vuole garantire la tranquillità di una comunità» ha poi concluso lapidario De Luca.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento