Baby gang, De Luca: "Bisogna punire dal punto di vista patrimoniale i genitori"

Il presidente della Regione chiede più repressione e responsabilizzazione dei genitori con punizioni pecuniarie

Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca propone la sua ricetta per intervenire contro le baby-gang al centro del dibattito a Napoli. Il governatore ha avanzato due proposte: abbassare la soglia di punibilità ed inasprire le pene colpendo con multe anche i genitori. «Sono per avere decisioni ferme, sono per verificare la possibilità di abbassare la soglia di punibilità sotto i 16 anni. Sono per la responsabilizzazione piena, anche da un punto di vista patrimoniale, dei genitori».

Queste le parole del governatore a margine della conferenza stampa organizzata per la questione trasporti in Campania. «C'è un tema che si chiama repressione che diventa indispensabile quando si vuole garantire la tranquillità di una comunità» ha poi concluso lapidario De Luca.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

Torna su
NapoliToday è in caricamento