Cronaca San Ferdinando / Piazza Trieste E Trento

Emergenza baby-gang: scorta armata agli alberi di Natale

Il proprietario del Gambrinus ha ingaggiato una società di vigilanza dopo essere stato minacciato da alcuni giovani teppisti

Il proprietario dello storico bar Gambrinus è stato costretto ad accordarsi con una società di vigilanza per “proteggere” gli alberi di Natale del proprio esercizio commerciale. Il gesto dell'esercente è in risposta alla crescente ondata di violenza portata dalle baby-gang nel quartiere Chiaia. Nei giorni scorsi il proprietario del bar è stato minacciato da alcuni giovanissimi proprio mentre stava installando gli alberi. Secondo i teppisti gli alberi erano stati installati nel proprio territorio, i Quartieri Spagnoli, e per questo motivo dovevano sparire. In caso contrario sarebbero stati rubati, minaccia aggravata dall'uso di un temperino.

A raccontare l'episodio sono stati alla Radiazza, Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli che da tempo stanno denunciando il fenomeno. «La prepotenza e la violenza delle baby gang ha raggiunto livelli tali che è necessario prevedere la sorveglianza armata degli alberi di Natale, ma nonostante questo il Prefetto continua a sottovalutare il fenomeno e a non rispondere alla nostra richiesta di convocare una riunione monotematica del Comitato per l’ordine e la sicurezza» ha detto allarmato il consigliere regionale.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza baby-gang: scorta armata agli alberi di Natale

NapoliToday è in caricamento