Bottiglie, mazze e caschi per aggredire un gruppo di giovani immigrati

In 4, tra i 16 e i 20 anni, si sono scagliati contro i malcapitati che hanno riportato lievi ferite, medicate dal personale di soccorso giunto in ambulanza. Gli aggressori sono stati identificati e denunciati

Intorno a mezzanotte, una volante del Commissariato di San Ferdinando è intervenuta in via Nazario Sauro poco dopo una rissa che ha visto coinvolti alcuni giovani dello Sri Lanka malmenati da una banda di ragazzi napoletani, che poi si è dileguata lungo via Cesario Console.

I giovani napoletani, tre 16enni ed un 20enne, si sono scagliati contro le loro vittime con bottiglie, mazze e caschi per ferire le loro vittime.

Sul luogo dell'aggressione è giunta anche una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale. Gli agenti hanno rintracciato gli aggressori dopo alcuni minuti di ricerca denunciandoli tutti per il reato di rissa aggravata.

I poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato anche una noccoliera. Le vittime hanno riportato lievi ferite, medicate dal personale sanitario giunto in ambulanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento