Calci e pugni contro un 13enne nel centro commerciale, il padre: "Erano in sette contro uno"

"Spero che quanto accaduto a mio figlio non si ripeta più", denuncia a NapoliToday, il padre del ragazzino ferito mentre mangiava una pizza con i fratellini

"Di dove sei, vuoi morire?" E' la frase che ancora risuona nella mente del 13enne "pestato" sabato 29 luglio per futili motivi nel centro commerciale "La Birreria" di Miano, mentre mangiava una pizza. Il ragazzino era con i fratellini più piccoli, quando la furia cieca del branco si è abbattuta su di lui con calci e pugni che gli hanno provocato un trauma cranico e diverse contusioni. Solo l’intervento di alcuni giovani che hanno diviso la vittima dagli aggressori ha evitato il peggio.

Denuncia ai carabinieri

"Mio figlio è molto tranquillo. Non conosceva quei ragazzini. Evita quando vede qualcosa che non va, infatti quando gli hanno chiesto di dov'era ha fatto finta niente, tentando invano di andare via", racconta a NapoliToday il padre del ragazzo aggredito, che ha sporto denuncia ai carabinieri. "In sette hanno preso a calci e a pugni mio figlio. Ha ancora difficoltà a muovere il collo. Se il dolore persiste ancora lo porto di nuovo in ospedale. Spero che quanto accaduto a mio figlio non si ripeta più. Qualcuno deve fare qualcosa per reprimere questa assurda violenza", conclude il genitore del 13enne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IDENTIFICATI GLI AGGRESSORI

Solidarietà e vicinanza al ragazzino

“Eravamo consapevoli che la città presenta delle criticità e per questo da quando abbiamo inaugurato il nostro centro a Miano collaboriamo con le associazioni del territorio per proporre occasioni di socializzazione sana e creativa in ambienti spaziosi e accoglienti - dice il direttore commerciale Roberto Santucci, di Svicom - Ci auguriamo che il bimbo si rimetta al più presto e che episodi di queste genere non si ripetano più, né nel nostro centro, né altrove. Non molliamo sulle attività e continuiamo a sostenere le associazioni che lavorano sul territorio per continuare a formare dei bimbi che possano diventare dei buoni esempi per i loro coetanei”. E' il messaggio di solidarietà del centro commerciale La Birreria per il 13enne ferito nell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento