Lungomare, baby gang in azione: picchiati tre ragazzi davanti ai militari

Inseguimento e violenza nonostante le vittime si fossero rifugiate nei pressi di una pattuglia

L'episodio è avvenuto sabato scorso, intorno alle 23.30, su via Caracciolo. Una baby gang ha a lungo inseguito tra le urla tre ragazzini per picchiarli, finché quest'ultimi non si sono rifugiati nei pressi di una pattuglia di militari. Addirittura accerchiati come nulla fosse dalla gang, che è riuscita comunque a pestare le proprie vittime. A riportare l'ennesimo inquietante episodio di violenza minorile è il Corriere del Mezzogiorno.

I ragazzi minacciati – tre amici di San Giovanni a Teduccio – avevano incrociato un gruppo particolarmente numeroso, cinque ragazze e tutti ragazzi tra i dieci e quindici anni. Al loro sorridere di una ragazzina particolarmente appariscente, vestita con una pelliccia fucsia, la gang è entrata in azione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le vittime scappano verso la zona della Colonna spezzata, dove raggiungono una camionetta dell'esercito. Che viene accerchiata dal branco. E mentre due del gruppo affrontano i militari, gli altri colpiscono le vittime con diversi pugni al volto. L'arrivo dei rinforzi ha scongiurato il peggio e messo in fuga gli aggressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento