rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Sospetto caso di influenza aviaria, il Monaldi smentisce: "Influenza comune ma paziente immunodepresso"

Gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda del 50enne di Scafati ricoverato nel nosocomio partenopeo

Non si tratta di influenza aviaria. È rientrato l'allarme, lanciato stamattina da alcuni quotidiani, che riguardava la presenza di una persona affetta da influenza aviaria (virus H5N1) ricoverata in gravi condizioni al Monaldi di Napoli.

Il paziente, un 50enne proveniente dall’ospedale di Scafati, presenta in realtà – specificano dall'ospedale partenopeo – un "tampone positivo per influenza H1N1", ceppo influenzale comune rispetto a quello della più pericolosa aviaria.

L'uomo, che ha i sintomi di una "severa polmonite", è ricoverato in ECMO, circolazione extracorporea, procedura che garantisce l’ossigenazione del sangue in pazienti con compromesse funzionalità respiratorie. "Dagli esami ematochimici preliminari – aggiungono ancora dal Monaldi – è emersa una rilevante immunodepressione (carenza di anticorpi IgG e IgM) per la quale sono in corso ulteriori accertamenti". È proprio questa "particolare condizione di immunodepressione" a contribuire all'attuale severità del suo quadro clinico. La prognosi è al momento riservata.

A quanto pare il 50enne non aveva patologie pregresse. Da mesi si parla di un ritorno di infezioni sugli esseri umani di aviaria: in Cambogia è recentemente stato segnalato il decesso di una bambina e diversi casi – sebbene non in Italia – si sono registrati tra mammiferi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetto caso di influenza aviaria, il Monaldi smentisce: "Influenza comune ma paziente immunodepresso"

NapoliToday è in caricamento