rotate-mobile
Cronaca Tangenziale di Napoli

Addio Tutor: "Autostrade ha copiato il brevetto"

Secondo i giudici della Corte d'Appello di Roma, il sistema di sorveglianza sul traffico autostradale costituisce contraffazione del brevetto di una piccola azienda di Greve in Chianti. Da qui la decisione di far rimuovere e distruggere tutti i Tutor

 Potrebbero scomparire, almeno momentaneamente i Tutor - sistemi di rilevamento della velocità media - lungo le autostrade del Paese. La Corte d'Appello di Roma, al termine di una causa avviata nel 2006, ha stabilito che Autostrade per l'Italia li rimuova e distrugga in quanto violano un brevetto.

Come scrive l'edizione fiorentina di Repubblica, secondo i giudici romani "il sistema di sorveglianza sul traffico autostradale denominato Tutor installato da Autostrade per l'Italia sulla rete da essa gestita in concessione, costituisce contraffazione del brevetto di cui è titolare una piccola azienda di Greve in Chianti, la Craft". 

Autostrade per l'Italia, secondo quanto stabilito dalla Corte d'Appello, non potrà più "fabbricare, commercializzare e utilizzare il sistema in violazione del brevetto". Inoltre, "per ogni giorno di ritardo Autostrade dovrà pagare a titolo di sanzione civile 500 euro in favore della Craft". 

Per quanto riguarda Napoli, resta in bilico il sistema installato sulla Tangenziale di Napoli. La notizia su Today.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Tutor: "Autostrade ha copiato il brevetto"

NapoliToday è in caricamento