Si aggira in stazione con tre autoradio nella borsa. Denunciato

Un 53enne con numerosi precedenti specifici è stato notato in stazione. Accompagnato in ufficio perché sprovvisto di documenti, nella sua borsa gli agenti hanno trovato gli apparecchi: "Li ho presi tra i rifiuti"

E’ stato notato all’alba dagli agenti della Polizia Ferroviaria mentre si aggirava nella stazione di Napoli centrale con una vistosa borsa al seguito. Fermato per un controllo, l’uomo, un cinquantatreenne residente in provincia di Napoli, risultava sprovvisto di documenti ed i poliziotti hanno deciso di accompagnarlo in Ufficio per procedere all’identificazione e al controllo accurato del bagaglio.

Ed è stato proprio nella borsa che l’uomo aveva con sé che gli agenti hanno rinvenuto tre autoradio di note marche di settore, nonché un cacciavite universale e un assegno bancario “in bianco” di una importante azienda di credito con sede nel capoluogo campano.

Il cinquantatreenne, interrogato in merito al contenuto della borsa, ha tentato di giustificarsi in modo confuso e contraddittorio, dicendo di aver rinvenuto il tutto tra i rifiuti ma non sapendo indicare il luogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tale motivo la merce è stata sottoposta a sequestro e l’uomo, che al controllo presso la banca dati delle Forze di Polizia è risultato con diversi precedenti penali specifici, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento