Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Prima domenica con le auto a Via Caracciolo, è caos: la denuncia

Riapertura momentanea dopo il crollo alla Riviera di Chiaia. Borrelli e Attanasio: "Macchine in doppia fila, parcheggiatori abusivi e bancarelle illegali. Siamo in una situazione di emergenza"

Auto in doppia fila

"La riapertura al traffico di Via Caracciolo necessaria a causa del crollo alla Riviera di Chiaia - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il capogruppo del Sole che Ride al comune di Napoli Carmine Attanasio - ha però subito mostrato due punti deboli dovuti alla scarsa presenza di vigili urbani. Infatti su un lato della carreggiata si creano notevoli restringimenti causati dal parcheggio selvaggio di macchine anche in doppia fila e sono tornati più presenti che mai i parcheggiatori abusivi. La Rotonda Diaz è nuovamente un parcheggio con all' ingresso una mostruosa statua realizzata per l' Expo da Dante Ferretti che dovrebbe rappresentare tramite una sorta di buffone il popolo del cibo e che non ha alcun senso nella piazza. Tutti i marciapiedi di Via Caracciolo ovviamente sono invasi dai venditori ambulanti".


"È chiaro - concludono Borrelli e Attanasio - che ci troviamo in una situazione di emergenza ma senza Vigili urbani l' intera area è abbandonata a se stessa e gestita da ambulanti, parcheggiatori abusivi e incivili. Infine il passagggio delle macchine durante i giorni feriali con un lato pedonale e la pista ciclabile ci sembra un compromesso ragionevole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima domenica con le auto a Via Caracciolo, è caos: la denuncia

NapoliToday è in caricamento