menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Autobus

Autobus

Escalation di violenza sui bus: autisti e controllori aggrediti

Venti le vittime nel solo mese di febbraio. Intanto la politica aziendale sui controlli sta per cambiare: arriva la vendita dei biglietti su tutte le linee per contrastare l'evasione

Escalation di violenza sui bus napoletani. A pagarne le conseguenze, gli autisti e i controllori che salgono a bordo per verificare i titoli di viaggio. Venti le vittime nel solo mese di febbraio. Due giorni fa, spiega Elena Romanazzi del Mattino, due ragazzi ai quali era stato chiesto il biglietto si sono rivoltati contro il controllare e l'hanno preso a schiaffi. Risultato: tappa al Loreto Mare e prognosi di venti giorni.


Intanto la politica aziendale sui controlli sta per cambiare. La squadra dei 100 controllori dell’Anm è ora guidata da una donna, Cinzia Barba. Il primo esperimento, partito qualche mese fa sulle linee notturne, riguarda la vendita dei biglietti su tutte le linee. Come spiegato Barba: "Entro aprile si partirà. I biglietti costeranno di più, da un 1 euro e 20 a 2 euro, per dare alla possibilità a chi non si è potuto munire di ticket di comprarlo. Una occasione che dovrebbe servire anche come deterrente all’evasione, una vera e propria piaga per il servizio di trasporto pubblico. La politica aziendale, su questo fronte cambierà radicalmente, e si spera di recuperare la cospicua fetta di evasione. Da un lato ci vuole da un lato il recupero del rapporto con l’utenza, dall’altro la rieducazione, l’evasione ricade sempre sul servizio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento