rotate-mobile
Mercoledì, 29 Marzo 2023
Cronaca

Auriemma e la Ztl: "Qualcuno accompagni de Magistris nel caos che ha provocato"

Il giornalista sportivo su Twitter. Intanto i Verdi Ecologisti contro l'assessore Donati: "Se cede Corso Vittorio Emanuele la città collasserà definitivamente dal punto di vista viario interno"

Ztl e caos. Nelle ultime ore si è aggiunta una nuova voce al clima di malcontento: è quella del giornalista sportivo Raffaele Auriemma che, attraverso Twitter, ha fatto sapere: "Qualcuno può accompagnare il sindaco #demagistris nell'ameno caos che ha provocato con il piano traffico? Può darsi che decida di dimettersi".


I VERDI ECOLOGISTI CONTRO L'ASSESSORE DONATI - "Se cede Corso Vittorio Emanuele - denunciano il commissario regionale Francesco Emilio Borrelli ed il capogruppo del Sole che Ride al comune di Napoli Carmine Attanasio - la città collasserà definitivamente dal punto di vista viario interno. Basta un piccolo cedimento o una grossa buca e sarà la fine. In questi giorni infatti C.so Vittorio Emanuele che è una strada a due corsie per due sensi di marcia ha aumentato almeno del 100% il carico di autoveicoli che deve sopportare e devono ancora riaprire le scuole. Non capiamo perchè l' Assessore Donati si è incaponita nel voler proporre anche in una fase complessa come quella attuale un modello di ztl e aree pedonali non compatibili con il territorio senza adeguate alternative ed il consenso delle popolazioni locali. Fatto sta che oramai è lei a non essere più compatibile con i napoletani. Ha scelto in solitudine e senza confronto come attuare i suoi nuovi piani del traffico e ha sostanzialmente fallito causando gravi danni alla credibilità ed al futuro delle battaglie ambientaliste. E' tempo che vada a casa anche perchè per far funzionare il suo capriccio di ztl ha sguarnito il resto della città dai Vigili Urbani. Ha aumentato notevolmente anche lo stress dei cittadini rendendo anche brevi tragitti di una lunghezza esasperante. Nessuno aveva mai messo così a dura prova la pazienza del nostro popolo". "Puntiamo a far avere al sindaco De Magistris 10mila mail dei napoletani - spiega lo speaker radiofonico Gianni Simioli che da stamane ha lanciato la campagna Donati back home - che chiedono ad alta voce la rimozione di questo assessore. Sarà la prima vera azione cittadina di democrazia partecipata. Non ci fermeremo finchè non l' avranno sostituta. Con i mezzi pubblici al collasso, le buche stradali ovunque e le ztl talebane la Donati ha reso ancora più difficile la vita già molto stressata dei napoletani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auriemma e la Ztl: "Qualcuno accompagni de Magistris nel caos che ha provocato"

NapoliToday è in caricamento