Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

Walter Melchionda era in partenza per Napoli quando è stato aggredito da alcuni giovani ubriachi

(foto Facebook Walter Melchionda)

Un brutto episodio ha visto come vittima il noto attore di Un Posto al Sole, Walter Melchionda. E' stato lo stesso artista che ha raccontato sui social quanto gli è capitato nei giorni scorsi a Sicignano degli Alburni, nel salernitano, mentre era in partenza per Napoli.

"Una brutta esperienza che ha messo a dura prova il mio orgoglio. Dovevo partire per Napoli, ore 5,30 del mattino e mi fermo davanti al bar per aspettare il pullman. Ero solo, arrivano una decina di extracomunitari ubriachi, iniziano a guardarmi e ridere. Uno di loro si avvicina e mi tira uno schiaffo. Ridendo mi insulta, poi me ne tira un altro. In quel momento per fortuna non ho fatto prevalere il mio istinto di reagire, ho avuto un autocontrollo pensando che se avessi reagito probabilmente per me sarebbe stata la fine. Mi avrebbero massacrato di botte. A quel punto mi sono alzato piano piano e me ne sono andato, mentre loro soddisfatti ridevano e mi insultavano. E' la prima volta che mi è capitato. Una brutta esperienza. La prima volta in cui ho avuto paura. Io non sono razzista assolutamente, sono per l’integrazione. Queste persone vanno integrate e non rinchiuse nei ghetti. E verificare se tra di loro ci sono delinquenti. Immaginate se al posto mio ci fosse stata una ragazza che andava a scuola", scrive l'attore nel suo lungo post su Facebook.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni: pesanti le accuse per Diego

  • Raffica di controlli al Rione Sanità: centinaia di persone identificate

Torna su
NapoliToday è in caricamento