Atto intimidatorio alla Masseria Ferraioli, il sindaco: "Dare risposta forte alla criminalità"

La nota del primo cittadino

Ventuno colpi di pistola sparati a salve all'ingresso della Masseria Antonio Esposito Ferraioli, un bene confiscato alla camorra di Afragola. Un episodio gravissimo di intimidazione avvenuto qualche giorno fa e che in queste ore trova la condanna anche del primo cittadino Grillo. "Lavorare in sinergia per rendere forte la risposta agli episodi di criminalità e violenza di questi giorni ed anche per tutelare il più grande bene confiscato alla camorra della provincia di Napoli“, è quanto ha scritto il Sindaco Claudio Grillo in una nota inviata a tutte le forze dell’ordine del territorio. La nota prende spunto dall’ennesimo atto intimidatorio avvenuto la scorsa settimana ai danni della ‘“ Masseria Antonio Ferraioli” con il ritrovamento di 21 bossoli a salve. Nel ribadire il supporto dell’ente e della polizia locale alle attività d’indagine che vengono messe in atto, il Sindaco Grillo sottolinea il costante e prezioso impegno di tutte le forze di polizia a difesa del diritto alla sicurezza e alla legalità dei cittadini. “ Per questo continueremo — sottolinea il Primo Cittadino — a lavorare e collaborare affinché la risposta agli episodi di criminalità e violenza sia forte e gli episodi incriminati restino isolati”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

Torna su
NapoliToday è in caricamento