Assolto dall'accusa di maltrattamenti sulla moglie, vuole rivedere i figli: lei è scappata con loro in Colombia

L'assurda storia di cui è stato protagonista un 52enne napoletano scagionato dal tribunale dalle pesanti accuse che la donna gli aveva mosso

È stato assolto dal Tribunale di Napoli Nord (prima sezione, collegio B) con la formula "il fatto non sussiste". Protagonista della vicenda, un 52enne di Napoli accusato di maltrattamenti in famiglia e minacce - anche di morte - nei riguardi della moglie di origini colombiane.

Secondo l'accusa, i maltrattamenti sarebbero stati perpetrati anche davanti ai figli minori. La donna, ottenuto in precedenza il divieto di avvicinamento nei riguardi del marito, intanto ha portato i figli (tre, due minorenni) con sé nel suo Paese d'origine.

"Da oltre un anno non abbiamo notizie dei ragazzi - dice il legale del 52enne, l'avvocato Sergio Pisani - e non abbiamo alcuna certezza sulla possibilità che la donna possa rientrare". L'obiettivo dell'uomo, scagionato, è ora rivedere i suoi figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Dj Aniceto: “Maradona non è morto mercoledì ma il giorno che ha sniffato cocaina”

Torna su
NapoliToday è in caricamento