rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

"Vigili urbani e percettori del reddito all'esterno delle scuole per evitare assembramenti"

La proposta è del consigliere comunale Nino Simeone, presidente della Commissione Infrastrutture: "Anche l'Amministrazione comunale deve fare la sua parte intervenendo per garantire immediatamente il controllo del territorio"

Il consigliere comunale Nino Simeone, presidente della Commissione Infrastrutture del Comune di Napoli, ha scritto al Comandante della Polizia Municipale Ciro Esposito per sollevare una proposta: l'impiego di personale della Polizia Municipale all'ingresso delle scuole urbane, per garantire il distanziamento sociale al momento dell'ingresso e dell'uscita da scuola e per la predisposizione di specifici percorsi tinteggiati utili a indirizzare gli scolari. La lettera è indirizzata anche all'assessore comunale scolastico Annamaria Palmieri. "Anche l'Amministrazione comunale deve fare la sua parte intervenendo per garantire immediatamente il controllo del territorio, e della entrata ed uscita in sicurezza degli studenti dai plessi scolastici cittadini", scrive Simeone. 

La preoccupazione di Simeone

"Sono molto preoccupato per gli assembramenti che regolarmente avvengono all'ingresso e all'uscita degli Istituti scolastici presenti sul territorio cittadino ed ancor di più  per l'assenza di controlli all'esterno degli stessi. Nessun dirigente scolastico può mettere la testa sotto la sabbia, magari trincerandosi dietro la esclusiva competenza territoriale e  disinteressandosi di quanto avviene ai cancelli delle loro scuole. Anche l'Amministrazione comunale deve fare la sua parte intervenendo per garantire immediatamente il controllo del territorio, e della entrata ed uscita in sicurezza degli studenti dai plessi scolastici cittadini. In questo particolare momento nessuno deve sfuggire alle proprie responsabilità, soprattutto quando si tratta di garantire la salute di bambini e studenti di tutte le età . Si facciano meno  chiacchiere e più fatti, si coinvolgano subito le forze dell'ordine, si responsabilizzino le Municipalità e soprattutto si mettano i vigili urbani a presidiare le scuole, magari coinvolgendo la protezione civile e le tante associazioni che già collaborano con la stessa. Questa potrebbe essere l'occasione per impiegare anche i percettori di reddito cittadinanza, visto che si tratterebbe di un paio d'ore al giorno e sarebbero interventi di interesse pubblico", fa sapere il consigliere comunale Nino Simeone. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vigili urbani e percettori del reddito all'esterno delle scuole per evitare assembramenti"

NapoliToday è in caricamento