menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Comune di Napoli

Comune di Napoli

"Quell'assegno per sostegno casa mai ricevuto da mio padre"

La denuncia di un lettore

Riceviamo e pubblichiamo:

"Da circa 60 giorni consecutivi provo a contattare sia il Sindaco che il comune di Napoli per via di un assegno per sostegno casa non ricevuto da mio padre senza mai ricevere risposta. Mio padre nel 2007 ha aperto una pratica per ricevere tale assegno per sostegno casa (numero di pratica 394158), e dopo vari anni siamo all’incirca 08/11/2011 il Comune di Napoli ritiene mio Padre idoneo a ricevere la cifra di Euro 1100 Per l’annualità 2008. Il bello della questione è che nella data prima enunciata versa tale cifra al Banco di Napoli agenzia numero 11 senza contattare mio Padre, che era all’oscuro di dover ritirare tale cifra. Quindi impropriamente né il Comune né il Banco di Napoli contattano in nessun modo mio Padre.

La cosa più grave è che dopo sei mesi la cifra versata torna al Comune di Napoli. Nel frattempo mio Padre dopo che la cifra era tornata indietro di sua spontanea volontà viene a conoscenza che era idoneo per ricevere la cifra per sostegno casa ma allo stesso tempo che la cifra aveva fatto ritorno al benefattore(Comune di Napoli). A questo punto mio Padre è costretto ad aprire un conto sul Banco di Napoli per ricevere tale cifra(versando anche una cifra per l’apertura) e a comunicare al Comune che ora era possibile versare la cifra sul conto da lui aperto senza che la cifra fosse congelata.

Passa più di un anno da quando mio Padre ha comunicato al Comune di reinviare la cifra al Banco di Napoli sul suo conto senza mai ricevere risposta, pur recandosi fisicamente varie volte alla sede principale del Comune. Purtroppo mio padre a Maggio di quest’anno ha avuto problemi al cuore avendo ricevuto nello stesso mese una prima operazione alle arterie e dovendone ricevere un’altra in questioni giorni. Ora capirete che un 67enne pensionato che deve pagare un mutuo e non può lavorare in che difficoltà si trova.

La cosa che mi fa rabbia è che mio padre non è in attesa del assegno di sostegno casa ma che quella cifra era sua e il Comune di Napoli si è impropriamente ripreso qualcosa di non suo. Quindi tutte quelle chiacchiere che dicono che i soldi non ci sono non c’e’ le venissero a dire. Che fine hanno fatto i soldi di mio padre? Che utilizzo ne hanno fatto? Perché dopo 60 giorni di email consecutive a tutte le caselle del sindaco, del comune di Napoli, del demanio patrimonio Casa e dell’assessore De Palma mi hanno risposto solo dopo 50 giorni che avevano semplicemente verificato che mio padre non aveva ricevuto tale assegno?. Quanti altri anni ci vorranno per ricevere tale cifra? Vi prego di aiutarmi a comunicare di dare voce alla nostra storia in quando il Sindaco De Magistris si fa palladino di tanta umanità, solidarietà e legalità ma sinceramente dopo varie comunicazioni scritte e dopo aver provato anche varie volte a parlarci fisicamente non abbiamo mai avuto risposta o solidarietà. Mi fa ridere tutto questo perché se per ricevere un assegno di sostegno casa ci vogliono anni e anni quanto tempo ci vorrà per verificare che mio padre è ormai un invalido?"

Fulvio Canale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento