menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assedio sociale (Foto Viviana Graniero)

Assedio sociale (Foto Viviana Graniero)

"Assedio sociale", il corteo di disoccupati e precari in città

I manifestanti sono partiti questa mattina da Piazza Montesanto. La denuncia: "Mancanza di ogni possibilità di dialogo e confronto". Volantino distribuito ai cittadini per spiegare la ragione della protesta

Un corteo che vede sfilare insieme sigle dei gruppi dei disoccupati, studenti, precari per quello che hanno definito voler essere un 'assedio sociale'. È partito questa mattina da Piazza Montesanto per protestare contro i tagli effettuati dalla Regione alle politiche sociali e del lavoro, ma anche "contro l'autoritarismo e l'antidemocraticità dimostrati dal governo regionale".

I manifestanti, inoltre, denunciano la mancanza "di ogni possibilità di dialogo e confronto che sono negati a comitati ambientalisti, della sanità, dei trasporti e ai movimenti di precari e studenti". A "scortare" il corteo, i rappresentanti delle forze dell'ordine.

I manifestanti stanno distribuendo alla cittadinanza un volantino in cui spiegano le ragioni della protesta e chiedono, si legge nel documento, "di lottare tutti uniti per abbattere la politica di lacrime e sangue della Giunta Caldoro".

La conclusione poi in Piazza del Gesù. Il corteo si è svolto in modo pacifico; unico 'fuori programma' il tentativo dei manifestanti di attraversare via Toledo invece di seguire il percorso 'stabilito' prima della partenza con i rappresentanti delle forze dell'ordine presenti in piazza Montesanto. Tentativo "dimostrativo" impedito dal cordone degli agenti. I manifestanti dopo un breve presidio in piazza Del Gesù si sono dati appuntamento a lunedì per concordare ulteriori manifestazioni. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento