Cronaca

Asìa, la presidente De Marco: "Le persone hanno lasciato di tutto per terra a Capodanno"

In un'intervista ha spiegato il lavoro dell'azienda raccolta rifiuti in questi giorni

Maria De Marco, presidente dell'Asìa, ha fatto il punto della situazione affrontata dall'azienda nel dopo Capodanno.

"Abbiamo fatto tutto ciò che potevo per raccogliere da terra i rifiuti - ha sottolineato a Radio Crc - e ci siamo riusciti, prendendo anche nuovi camion, ma nelle giornate precedenti conferivamo 1.040 di media, con una produzione stimata di 1500 tonnellate. Solo ieri ci hanno fatto conferire 700 tonnellate".

Emergenza rifiuti, iniziano i roghi

"Le macchine sono piene - spiega ancora De Marco - Adesso, dalla nostra coordinatrice, mi arriva l'informazione che siamo a 400 tonnellate già conferite". La presidente striglia anche i cittadini per il loro comportamento. "Le persone hanno lasciato rifiuti di ogni genere per terra. Ci è stato chiesto di mettere campane presso Piazza Trieste e Trento, ma erano vuote, i rifiuti giacevano sulla strada".

"La zona bella, per me, è Scampia, Barra, Pianura, Soccavo, per come, politicamente, vedo la città - conclude a proposito dei cumuli che hanno invaso le periferie - Queste sono polemiche inutili. Gli stir, che sono come le piattaforme, hanno fatto i loro turni e i loro orari, e noi, che abbiamo continuato a produrre rifiuti senza mai interromperci, abbiamo continuato a raccogliere continuamente. C'è stato, quindi, un sovraccarico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asìa, la presidente De Marco: "Le persone hanno lasciato di tutto per terra a Capodanno"

NapoliToday è in caricamento