rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Rifiuti, 30mila tonnellate in città in 66 discariche abusive

I dati choc sono stati resi noti da Asia. Cresce la presenza di rifiuti speciali pericolosi per la salute, come scarti industriali, vernici, solventi, pneumatici

Gli sversamenti di rifiuti effettuati a Napoli e provincia ogni anno causano l'accumulo di trentamila tonnellate di spazzatura, molti dei quali altamente tossici e pericolosi per la salute dei cittadini.

Tale dato pubblicato sul Mattino da Valerio Iuliano è eloquente e significativo e punta l'indice contro le 66 discariche abusive a cielo aperto, presenti a Napoli e provincia, da Bagnoli a Ponticelli, sino al centro.

Spesso si ritrovano rifiuti speciali, molto pericolosi per la salute, come  scarti industriali, vernici, solventi, pneumatici. Un intervento straordinario di bonifica ha un costo di 15mila euro, in quanto richiede l'arrivo di una ditta specializzata per la rimozione dei rifiuti pericolosi.

Sono 6 le isole ecologiche attive in città, per la raccolta dei materiali ingombranti e per la consegna dei Raee, dopo l'aggiunta alle già presenti isole di via Salgari a Ponticelli, di via Ponte della Maddalena e di via Saverio Gatto ai Colli Aminei, di Scampia, Miano e Fuorigrotta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, 30mila tonnellate in città in 66 discariche abusive

NapoliToday è in caricamento