Arturo torna in classe: abbracci e sorrisi per il 17enne ferito da 12 coltellate (FOTO)

Ad accoglierlo professori e compagni. "Bentornato Arturo", recita lo striscione sventolato nell'atrio della scuola Cuoco nel Rione Sanità. Il ragazzo sta meglio e ieri ha parlato in diretta a La7

(Arturo Puoti torna a scuola - 15 gennaio 2018 / foto Ansa)

È tornato tra i banchi di scuola Arturo Puoti, il 17enne ferito da dodici coltellate nel pomeriggio del 18 dicembre in via Foria. Il ragazzo fu salvato dal provvidenziale passaggio di un'automobile guidata da sconosciuti, mentre era a terra riverso in una pozza di sangue. Trasportato al San Giovanni Bosco, uscì dal coma farmacologico dopo poche ore, reagendo bene alle operazioni chirurgiche. Il giovane è in discrete condizioni di salute: ieri ha parlato per la prima volta in diretta televisiva, su La7, dichiarando di essere indeciso sul perdono dei suoi carnefici



Questa mattina è stato accolto dallo striscione "Bentornato Arturo", sorretto da compagni di classe e professori dell'istituto Cuoco, nella Sanità, dove Arturo studia. Cornetto al cioccolato per iniziare la giornata, sorrisi e lunghi abbracci hanno scandito le prime ore di questo lunedì per il 17enne vittima di un'aggressione tanto violenta quanto immotivata. Arturo, come riferito dalla madre, non sa se inizierà la carriera universitaria a Napoli o altrove. Dovrà superare un forte trauma, e sarà senza dubbio agevolato dalla forza dei suoi genitori e dalla grande maturità di pensiero che ha dimostrato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

Torna su
NapoliToday è in caricamento