Affari e truffe online: coppia in manette a Sant'Antimo

Dicevano di voler acquistare dei prodotti informatici e poi scappavano senza pagare. Denunciata anche la ricettatrice

Fingevano di voler acquistare oggetti online ma al momento della consegna prendevano gli oggetti e scappavano. I carabinieri hanno arrestato due persone a Sant'Antimo con l'accusa di furto. I due sono una coppia di 27 e 25 anni che organizzavano la truffa su siti di annunci. Rispondevano soprattutto ad annunci per oggetti di elettronica e poi al momento della consegna prendevano gli oggetti e scappavano senza pagare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari li hanno scoperti organizzando una finta vendita di un tablet e li hanno arrestati. Denunciata anche la 31enne che rivendeva i prodotti per ricettazione. Nel corso della perquisizione nella sua abitazione sono state trovate delle bici elettriche ed un fucile a canna mozza rubato nel 2011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento