Perseguitava l'ex moglie: in manette

Arrestato un 34enne di Sant'Anastasia con l'accusa di stalking. Fece esplodere due grossi petardi nei pressi dell'abitazione della donna per spaventarla

Era arrivato a fare esplodere due grossi petardi dinanzi al portone di casa e sulla sua auto pur di spaventarla. Finisce in manette un 34enne di Sant'Anastasia accusato di stalking ai danni della ex moglie. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Nola. I fatti che gli vengono contestati risalgono allo scorso febbraio. Una vera e propria escalation di minacce ed atteggiamenti vessatori nei confronti della sua ex consorte che sono poi culminati nell'atto più pericoloso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo piazzò, infatti, dinanzi al portone dell'abitazione della malcapitata e vicino alla sua auto, due grossi petardi la cui esplosione causò dei danni ad entrambi gli elementi. I carabinieri hanno poi scoperto nella sua abitazione altri tre petardi esplosivi dello stesso tipo utilizzato per l'intimidazione. Dei gesti che potevano essere il preludio di qualcosa di ancora più grave che è stato fermato dall'intervento dei militari coordinati dalla procura di Nola. Il 34enne è stato condotto presso il carcere di Poggioreale ed in attesa di comparire dinanzi al magistrato per l'interrogatorio di garanzia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento