menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sistema Hi-Tec per sfuggire ai blitz: in manette uomo vicino ai Gionta

Operazione nei pressi di Palazzo Fienga a Torre Annunziata. Sul tetto dell'abitazione, trovate una serie di telecamere

Aveva installato un sofisticato sistema di video-sorveglianza per evitare i blitz delle forze dell'ordine nei pressi di quello che per anni è stato il quartier generale del clan Gionta di Torre Annunziata. Questa mattina gli agenti del commissariato oplontino hanno arrestato M. G., 42enne imparentato con alcuni elementi del clan dei “valentini”, con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato fermato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il blitz, degli uomini agli ordini del primo dirigente Vincenzo Gioia e del suo vice Elvira Arlì, è stato condotto con l'aiuto delle unità cinofile e si è svolto a via De Simone, nei pressi di Palazzo Fienga.

Gli agenti sono riusciti ad entrare nell'abitazione del 42enne dopo aver tagliato dei catenacci che proteggevano la sua abitazioni. Non erano gli unici strumenti di “difesa” utilizzati dall'arrestato. Nella sua abitazione aveva un impianto di videocamere di sorveglianza composto da cinque camere poste sui lati del palazzo collegate ad un monitor e ad un telecomando per il direzionamento. Durante la perquisizione i poliziotti hanno ritrovato 20 dosi di cocaina e otto di hashish. Insieme alla droga è stata ritrovata anche una pistola a salve Bruni calibro 8 modello 85.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento