menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendiava rifiuti speciali e non nei pressi di un campo rom: arrestata

Una donna di 66 anni è stata sorpresa a Qualiano nei pressi della sua baracca nel campo rom mentre incendiava un cumulo di rifiuti speciali e non

I Carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania, nell'ambito di servizi di controllo del territorio predisposti per contrastare reati ambientali nei pressi e all’interno dei campi nomadi della zona, hanno tratto in arresto per combustione illecita di rifiuti, allestimento abusivo di discarica e stoccaggio illecito di rifiuti pericolosi, una 66enne già nota alle forze dell'ordine, originaria del Montenegro e domiciliata nel campo nomadi di Qualiano, sulla Circumvallazione esterna.

La donna è stata sorpresa nei pressi della sua baracca nel campo rom mentre incendiava un cumulo di rifiuti speciali e non (materiale plastico, metalli misti, tra i quali rame, legno trattato e altro) stoccati e illegalmente cumulati, di ben 4 metri cubi.

L'area è stata sottoposta a sequestro ed è stato chiesto l’intervento sul posto dell’Arpac per la caratterizzazione del materiale.

Nel contesto operativo, sono state attivate le procedure per la rimozione di altri cumuli di rifiuti presenti in altri campi rom, per scongiurare eventuali nuovi incendi e bonificare le aree interessate.

L’arrestata è ora in attesa di rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento