rotate-mobile
Cronaca Poggioreale / Via Taddeo da Sessa

Prima la rapina, poi la folle corsa contro due guardie giurate: arrestato dopo più di un mese

In manette un 38enne. Secondo gli inquirenti ci sono a suo carico "gravi indizi di colpevolezza" per i reati di rapina, tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione

R.C., 38enne di Acerra già sottoposto al regime di libertà vigilata, è stato stamane arrestato dalla polizia e condotto in carcere, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Procura. Secondo gli inquirenti ci sono a suo carico "gravi indizi di colpevolezza" per i reati di rapina, tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

L'episodio che l'avrebbe visto protagonista risale allo scorso 30 ottobre, in via Taddeo da Sessa. Un uomo, mentre era in sosta a bordo di un’auto, venne minacciato da una persona che, armata di pistola, prima prese il suo portafogli e poi provò a prendergli – senza successo – il cellulare per poi scappare in macchina.

Le indagini, iniziate dalle dichiarazioni rese dalla vittima e dalla descrizione del rapinatore sempre da questi fornita, si basano anche sulle testimonianze di due guardie giurate in servizio presso il Centro Direzionale che, in quello stesso pomeriggio, nel transitare in piazza Salerno, avevano intercettato l’auto con a bordo il presunto rapinatore il quale però, imboccando contromano via Porzio e tentando di investirle, riuscì a far perdere le proprie tracce.

L’auto è stata trovata successivamente in via Buonocore, dove era stata parcheggiata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima la rapina, poi la folle corsa contro due guardie giurate: arrestato dopo più di un mese

NapoliToday è in caricamento