Rapinò l'orologio ad una ragazza: ai domiciliari

Guidava il motorino a via Speranzelle mentre il suo complice strappò l'orologio ad una 20enne

Gli agenti della Squadra mobile hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale procura nei confronti di un 20enne per concorso in rapina aggravata. Il 30 maggio in via Speranzella il giovane insieme ad un complice, già agli arresti domiciliari con l’uso del braccialetto elettronico, aveva rapinato una donna strappandole con violenza un orologio e poi scappando con uno scooter.

Dopo l’episodio sono subito partite le indagini dei poliziotti, i quali hanno esaminato diversi filmati e fotogrammi che hanno consentito di risalire ai protagonisti del violento episodio. In particolare l'arrestato è stato il conducente dello scooter, che ha poi atteso nel frangente il suo complice, autore materiale della rapina. I poliziotti tra l’altro hanno esaminato i profili Facebook dei due giovani e i loro legami di “amicizia”. Ieri i poliziotti hanno notificato al ventenne il provvedimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento