menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra, catturato 'o 'Nfamone, capoclan dei Contini

Nicola Rullo, 47 anni, era in una villa di Itri. Viene considerato tra i reggenti dell'Alleanza di Secondigliano. Deve scontare dieci anni di reclusione e, sorpreso dai Carabinieri in piena notte, si è lasciato ammanettare

I Carabinieri del nucleo Investigativo di Napoli hanno catturato durante la notte il latitante Nicola Rullo, 47 anni. Rullo viene ritenuto reggente dei Contini, il clan camorristico che insieme ai Licciardi e ai Mallardo ha costituito "l'Alleanza di Secondigliano". Rullo era latitante da settembre, quando il suo ricorso contro una condanna per estorsione aggravata da finalità mafiose era stato rigettato. La Corte di Appello lo ha condannato a dieci anni di reclusione.
Rullo si nascondeva in una villa in collina a Itri, provincia di Latina. I Carabinieri hanno fatto irruzione durante la notte insieme ai "Cacciatori di Calabria", nucleo specialista delle ricerche in zone impervie. Il boss dormiva, e si è lasciato ammanettare pacificamente. Con lui c'era anche il suo uomo di fiducia, R.M.. Al piano superiore dormiva il nipote di Rullo, D.G., trovato in possesso di 100 grammi complessivi tra marijuana e hashish.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter finisce contro un muro: morto un uomo

  • Cronaca

    Covid in Campania, il bollettino: più di 2mila positivi e 14 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento