menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In manette narcos latitante ed ex calciatrice dell'Avellino

Deve scontare una condanna a 21 anni e sei mesi di carcere per traffico internazionale di stupefacenti. Si nascondeva in un paesino in provincia di Vicenza

Era latitante da due anni. Aveva cambiato identità e lavorava come badante in un paesino del vicentino. Tutto pur di sfuggire alla condanna a 21 anni e sei mesi di carcere per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. I militari della Guardia di finanza del Nucleo di polizia tributaria di Napoli sono riusciti a stringere le manette ai polsi a Carmela Riemma, originaria di Acerra e condannata in via definitiva dal tribunale partenopeo.

Per sfuggire all'ordine di esecuzione della condanna in carcere, la donna era scappata a Thiene, una piccola località in provincia di Vicenza. Viveva in una villa con altre quattro persone ignare del suo passato. A partire dagli anni 2000 aveva cominciato a stringere rapporti con il Sud America, in particolare con l'Ecuador, da dove faceva arrivare cocaina per le organizzazioni criminali campane. Vantava anche un passato da calciatrice dell'Avellino Calcio grazie al quale era divenuta nota alle cronache. Dopo l'ordine di carcerazione del 2015 si era resa irreperibile.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento