Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Chiaia

Lite per questioni di viabilità in via Caracciolo con esplosione di colpi di arma da fuoco: un arresto

Uno dei proiettili si era conficcato nel poggiatesta del sedile posteriore

Questa mattina la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli, nei confronti di un giovane di Pompei, classe 2003, ritenuto dagli inquirenti gravemente indiziato del reato di tentato omicidio aggravato e porto e detenzione di arma comune da sparo.

La misura cautelare è stata emessa all’esito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli e condotte dalla Squadra Mobile e dal Commissariato San Ferdinando in relazione all’episodio avvenuto nella notte dello scorso 28 gennaio quando, all’esito di una lite per questioni di viabilità, nella centralissima via Caracciolo, furono esplosi diversi colpi d’arma da fuoco nei confronti dell’auto a bordo della quale la vittima si trovava insieme ad altre due persone.

All’esito delle attività investigative si è delineato un grave quadro indiziario in ordine alla provenienza dei colpi d’arma da fuoco, esplosi ad altezza uomo, dall’interno della vettura su cui viaggiava l’indagato. Uno dei proiettili provocò la rottura del lunotto posteriore del veicolo delle vittime, conficcandosi nel poggiatesta del sedile posteriore.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per questioni di viabilità in via Caracciolo con esplosione di colpi di arma da fuoco: un arresto
NapoliToday è in caricamento