Ltitante nigeriana si presenta in Questura sotto falso nome: "Dovete proteggermi"

I poliziotti hanno scoperto che la donna deve ancora espiare la pena di due anni, otto mesi e ventitre giorni di reclusione per reati connessi a maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate

Questura

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli hanno arrestato una cittadina nigeriana di 42 anni.

Ieri mattina la donna si è presentata in Questura, sotto falso nome per fare richiesta di protezione internazionale. I poliziotti hanno notato subito la premura e l’atteggiamento frettoloso della richiedente. Gli agenti hanno pertanto avviato le ricerche informatiche scoprendo che aveva dato un nome falso. In particolare i poliziotti hanno scoperto che la donna era stata colpita da un provvedimento emesso dall’autorità giudiziaria dovendo espiare la pena di due anni, otto mesi e ventitre giorni di reclusione per reati connessi a maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pertanto gli agenti hanno notificato il provvedimento ed arrestato la donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento