menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Narcos napoletano arrestato a Barcellona. L'ultima fuga tra le urla dei passanti

Antonio De Matteo, 40 anni, sfuggì ai 17 arresti avvenuti a febbraio. In quell'occasione fu sgominata la banda di trafficanti che, attraverso rapporti con la Colombia, riforniva di cocaina i rioni napoletani

Nel tardo pomeriggio di ieri a Barcellona, personale della Polizia di Stato e del Grupo Fugitivos de la Udyco Central della Polizia spagnola ha proceduto all’arresto di Antonio De Matteo, 40 anni, dando esecuzione al mandato di arresto europeo emesso nei suoi confronti dal GIP del Tribunale di Napoli.

De Matteo si era reso irreperibile all’alba del 20 febbraio 2018, in occasione del blitz della Squadra Mobile di Napoli su disposizione della DDA. In quell'occasione furono eseguite ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di 17 persone, promotori e sodali di un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ritenuta in rapporti d’affari con i clan di camorra operanti nel Rione Pazzigno. 

Il traffico di droga ha riguardato le diverse tipologie di sostanza stupefacente, con particolare interesse per la cocaina. Stabili sono risultati essere i rapporti con la Colombia, la Spagna e l’Olanda, luoghi in cui venivano stipulati gli accordi per l’acquisto e il trasporto dello stupefacente in Italia dove, una volta giunto, veniva destinato ad alimentare le piazze di spaccio partenopee, con particolare riferimento a quelle presenti nei quartieri di Ponticelli e San Giovanni, nonché di altre regioni, come la Toscana. 

Dopo gli arresti, il personale della sezione antidroga della Squadra Mobile, coordinato dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, ha avviato una mirata attività investigativa per catturare De Matteo. Le indagini hanno consentito, nelle ultime settimane, di raccogliere chiari elementi circa la presenza del latitante in Spagna, in particolare nella città di Barcellona. È stato avviato un intenso scambio informativo con le Autorità spagnole e, in particolare, con il Grupo Fugitivos de la Udyco Central. 

I poliziotti spagnoli e italiani, dopo aver individuato De Matteo, si disponevano isponendosi su più lati della strada, provandosi ad avvicinarsi il più possibile al latitante. Il quarantenne, accortosene solo alla fine e vistosi circondato, ha provato un’ultima disperata fuga tra i vicoli del centro cittadino e le auto presenti. Dopo un inseguimento di alcuni minuti, tra le urla delle persone presenti, però, De Matteo è stato bloccato e tratto in arresto. Lo stesso, peraltro, è stato trovato in possesso di un documento falso e solo la diretta conoscenza da parte di personale italiano ha facilitato la sua rapida individuazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, quattro nuovi decessi a Torre del Greco

  • Cronaca

    Il giallo del “benefattore di Posillipo” e i lavori nella zona

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento