menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra, arrestati due esponenti del clan Fabbrocino: picchiarono un imprenditore irpino

I due, residenti a Baiano (Avellino) avevano prima chiesto all'imprenditore la somma di 15mila euro, l'avevano poi barbaramente picchiato in un'area di servizio nel baianese nel tentativo di convincerlo a pagare. Le immagini delle telecamere li hanno inchiodati

Il GIP del Tribunale di Napoli ha disposto questa mattina un'ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere per due soggetti residenti a Baiano (provincia di Avellino). I due facevano parte del clan Fabbrocino, operante soprattutto nell'area tra Nola, San Gennaro e San Giuseppe Vesuviano, Terzigno e Palma Campania. Le indagini incrociate (immagini delle telecamere di videosorveglianza e l'attività tecnica e documentale) hanno consentito ai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino di ricostruire la vicenda.

DUE ARRESTI: IL VIDEO

Per conto del clan Fabbrocino i due minacciarono ripetutamente un imprenditore operante nel settore del turismo in provincia di Avellino e all'estero. 
Chiedevano il pagamento di 15mila euro, ma l'imprenditore non era disposto a lasciarsi estorcere la somma. Così i due passarono all'azione, picchiando barbaramente la vittima in un'area di servizio del baianese: qui le immagini delle telecamere hanno permesso di identificare i soggetti. I due sono ora accusati di lesioni e tentata estorsione, con l'aggravante dell'associazione mafiosa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento