menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra: manette a Carmine Zagaria, fratello del superlatitante

L'accusa: tentata estorsione aggravata commessa nei confronti di un imprenditore edile impegnato nella realizzazione di diversi appartamenti in provincia di Ferrara. Era già stato arrestato nel marzo 2010

È stato arrestato Carmine Zagaria, fratello del superlatitante boss della camorra Michele Zagaria. L'uomo, 43 anni, è stato bloccato a Cancello Arnone dagli agenti della Squadra Mobile di Napoli, in esecuzione di un'ordinanza del Tribunale del Riesame di Napoli che ha ripristinato nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere già disposta lo scorso 17 marzo dal Giudice per le indagini preliminari.

È accusato di tentata estorsione aggravata commessa nei confronti di un imprenditore edile impegnato nella realizzazione di diversi appartamenti in provincia di Ferrara.

Zagaria, arrestato lo scorso 31 marzo con le accuse di associazione camorristica ed estorsione, era stato poi scarcerato dal Riesame che, accogliendo la richiesta dell'avvocato Sergio Cola, aveva annullato l'ordinanza di custodia cautelare ritenendo che non ci fossero i gravi indizi di colpevolezza. I pm Antonello Ardituro, Marco Del Gaudio e Catello Maresca ricorsero per Cassazione e la Suprema corte rimise gli atti al Riesame.

Ora i giudici ora hanno dunque ordinato il ripristino della custodia in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento