menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dia

Dia

In manette la sorella del boss Gionta: gestiva il racket del clan

Era a capo anche del ramo "usura" delle attività della cosca. Con interessi che superavano il 120 percento annuo

Carmela Gionta, sorella del boss Valentino a capo di un clan tra i più potenti del napoletano (Torre Annunziata), è stata arrestata dai carabinieri.
Il fermo è stato emesso dalla Dda di Napoli per associazione a delinquere di stampo mafioso, usura ed estorsione, aggravati dalla finalità mafiosa.

Le indagini la indicano come chi gestiva per conto della cosca l'attività di usura ai danni degli imprenditori della zona del torrese, le estorsioni, e parzialmente anche la cassa comune del clan.

Il ramo di usura del clan era alimentato dai guadagni del gruppo negli affari illeciti. Tra l'altro un imprenditore oplontino, in particolare, è stato costretto a versare, per un prestito ricevuto, interessi per oltre il 120% annuo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento