Camorra, in manette il 76enne Antonio Polverino: deve scontare 12 anni di carcere

L'uomo, ritenuto dagli inquirenti elemento di spicco del clan Polverino, è stato condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso

I carabinieri della stazione di Marano di Napoli hanno arrestato Antonio Polverino, 76enne ritenuto elemento di spicco del clan omonimo, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Napoli. Dovrà scontare in carcere 12 anni e 7 mesi di detenzione per associazione per delinquere di stampo mafioso, reato commesso a Marano di Napoli dal 1997 al 2005.

Già sottoposto alla detenzione domiciliare, Polverino è stato tradotto al penitenziario di Secondigliano. Era stato arrestato circa tre anni fa: si nascondeva in un casolare a Cassino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento