menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Storie di violenza in famiglia nel napoletano: due arresti

I Carabinieri arrestano due mariti violenti

Ha minacciato e picchiato la moglie con calci e pugni per poi allontanarsi a piedi. Le vessazioni andavano avanti da mesi e la vittima, stufa di subire, ha chiamato il 112. I Carabinieri della stazione di San Vitaliano e della Sezione Radiomobile di Castello di Cisterna hanno immediatamente individuato il marito violento in Via Nazionale delle Puglie.  

Per un 34enne di Mariglianella, già noto alle forze dell'ordine, sono immediatamente scattate le manette. L'uomo è ora nel carcere di Poggioreale e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia.

Un'altra storia di violenza fra le mura domestiche si è verificata a Pomigliano d'Arco, dove i Carabinieri della Stazione di Castello di Cisterna hanno arrestato per lesioni personali aggravate un 36enne del posto, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo è stato bloccato nella sua abitazione, dopo che aveva brutalmente malmenato la propria compagna, in presenza dei tre figli minori.

Per motivi banali, il 36enne aveva colpito ripetutamente la compagna 29enne, causandole fratture al volto ritenute guaribili in 30 giorni.

La violenza è stata così intensa che l’arrestato ha riportato alle mani e ai piedi contusioni causate dalle percosse inferte. Il 36enne è ora in camera di sicurezza, in attesa di giudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento