menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clan Contini e truffe telefoniche, operazione internazionale: base all'Arenaccia

Cinquantuno persone sono state destinatarie di provvedimenti cautelari, mentre altre 31 sono state arrestate

Tra Napoli, Milano e in Spagna, i carabinieri hanno eseguito in questi giorni provvedimenti cautelari nei confronti di 51 persone. Le ordinanze sono stati emessi dal Tribunale di Napoli su richiesta della Dda patenopea.

Secondo gli inquirenti, le persone oggetto dei provvedimenti sono a vario titolo "responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno di persone anziane, con l'aggravante per 14 di loro di favorire il clan camorristico "Contini" (clan operante nel territorio dell'area metropolitana di Napoli e in particolare nei quartieri Vasto, Arenaccia, San Giovannello e Borgo Sant'Antonio Abate)".

Truffe anziani, il business dei Contini

A 17 tra gli indatati è stata contestata anche l'aggravante della transnazionalità. All'operazione hanno partecipato oltre ai carabinieri di Milano anche quelli di Bergamo e la squadra mobile di Genova, in una vicenda che riguarda anche la Regione Veneto in quanto tra le 189 truffe e tentate truffe addebitate al gruppo criminale 17 sarebbero state commesse a Rovigo.

Le truffe telefoniche ed il clan Contini

Le indagini, partite nel 2015, si sono incentrate sul fenomeno delle truffe telefoniche. Chiamate ad anziani in cui qualcuno fingendosi assicuratore, avvocato o carabinieri, comunicavano alle vittime che un familiare aveva avuto un incidente stradale e per consentirne il rilascio da una caserma dei carabinieri era necessario consegnare denaro o oggetti di valore.

L’attività investigativa ha consentito di ricostruire nei dettagli il fenomeno, di cui sono stati ricostruiti regia, ruoli, funzioni, basi, modalità organizzative ed esecutive. Ne è emerso un nucleo operativo nella zona dell'Arenaccia di Napoli, con interi nuclei familiari collegati al clan camorristico Contini impegnati nel sistema delle truffe.

I sequestri

Oltre ai 51 destinatari dei provvedimenti cautelari, sono state denunciate altre 31 persone. Inoltre, nel corso delle operazioni sono stati rinvenuti e sequestrati un orologio Rolex, e 3.660 euro in contanti, nonché una gioielleria di Napoli che fungeva da principale canale di ricettazione dei preziosi asportati agli anziani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento