menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresti e sequestri: colpiti affiliati del clan dei Casalesi

Nel corso dell'operazione sono state sequestrate nove aziende riconducibili agli arrestati nonché le quote detenute dagli stessi in altre dieci società per un valore di oltre 15 milioni di euro

Il Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Caserta, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Napoli, ha arrestato su richiesta della DDA partenopea cinque persone, tutte dell'agro aversano, ritenute legate al clan camorristico dei Casalesi.

Nel corso dell'operazione sono state sequestrate nove aziende riconducibili agli arrestati nonché le quote detenute dagli stessi in altre dieci società del casertano e di altre province italiane, per un valore di oltre 15 milioni di euro. Tre destinatari del provvedimento restrittivo che devono rispondere soltanto di reati tributari, hanno ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari; gli altri due sono indagati anche per reati associativi e sono stati chiusi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Le indagini che hanno portato all'arresto e al sequestro dei beni sono state avviate dalla Guardia di Finanza a conclusione di una verifica fiscale del Nucleo di Polizia Tributaria nello stabilimento di calcestruzzo "Beton Campania" di S.Tammaro. Le fiamme gialle, nel corso delle operazioni di controllo, hanno accertato, tra l'altro, che in poco più di due anni la società aveva omesso di dichiarare un imponibile di circa 10 milioni di euro ed emesso fatture per operazioni inesistenti nei confronti di 70 aziende.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento