rotate-mobile
Cronaca

Tre colpi tra Poste, una banca e un centro scommesse: fermati tre giovanissimi

Si tratta di due 19enni e un 20enne tutti residenti tra Giugliano e Villaricca

Tre giovanissimi, due 19enni e un 20enne tutti residenti tra Giugliano e Villaricca, sono stati fermati con l'accusa di essere gli autori di una serie di tentativi di rapina avvenuti tra il Casertano e la stessa Giugliano. Il provvedimento, eseguito dai carabinieri del Norm di Aversa, è stato emesso dal pm della procura di Napoli Nord Fabio Sozio.

I tre si sarebbero resi protagonisti di tre rapine, due tentate ed una consumata, in meno di un mese.
Il primo episodio si è verificato lo scorso 9 maggio all'ufficio postale di Capodrise. Tre malviventi, con il volto travisato e dopo essere giunti nel parcheggio delle Poste a bordo di una Fiat 500 risultata poi essere rubata, nell'occasione sono riusciti ad introdursi nell'ufficio ma, scoperti dalla direttrice e dalle altre dipendenti, si sono rapidamente dati alla fuga.

Successivamente, il 13 maggio, lo stesso terzetto di rapinatori ha tentato il colpo in un'agenzia di scommesse di via del Caravaggio a Cesa. Stavolta pare fossero agito armati di pistola, puntata contro i dipendenti che rifiutavano di aprire le casse. 

Il terzo colpo, infine, è avvenuto a Giugliano il 1 giugno all'interno della Banca di Credito Popolare. Stavolta minacciando con un taglierino la cassiera i tre sono riusciti a farsi consegnare assegni circolari in bianco, tessere bancomat, tre plichi e la chiave di un armadietto corazzato. 

L'accusa nei loro confronti dei tre ragazzi è di rapina, tentata rapina e ricettazione. Sono stati condotti al carcere di Poggioreale in attesa dell'udienza di convalida. I tre sono difesi dagli avvocati Luigi Poziello e Pietro Cesaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre colpi tra Poste, una banca e un centro scommesse: fermati tre giovanissimi

NapoliToday è in caricamento